Timber, la panca progettata da Diego Chilò per Bedont, esposta al Padiglione Italia EXPO 2015

11 giugno 2015

Bedont-panca-Timber-Expo2015

Nella settimana dal 12 al 18 giugno  Timber, la panca progettata da Diego Chilò per Bedont sarà esposta al Padiglione Italia presso EXPO 2015.
Il prodotto è stato scelto attraverso il concorso “Nutrire il futuro. Energie dalla tradizione” e selezionato da giurie composte da esperti di design tra i quali Triennale di Milano e ADI Associazione per il Disegno Industriale.

Costruire in modo solido è sempre stata una delle esigenze dell’uomo.
Il legno e la pietra sono elementi materici che, fin dall’antichità, l’uomo utilizza per le sue realizzazioni.
Ecco allora che una semplice trave, lavorata con tecniche di incastro eseguite meccanicamente, diventa una seduta solida e allo stesso tempo mobile, mediante le tre ruote.
Un oggetto fortemente materico che ricorda anche i giochi di gioventù.
La forma e l’essenza dei progetti di Diego Chilò derivano dalla sua esperienza trentennale, fatta di lampade, vasi e oggetti, ma anche di architettura industriale, data dalla collaborazione in diversi ambiti con progettisti affermati e importanti aziende nazionali ed internazionali.
Un lavoro sempre rivolto alla ricerca e alla semplicità, alla solidità del progetto e alla cura dei dettagli.
Timber, disegnata per l’azienda Bedont, è una panca libera di muoversi nello spazio, in grado ridisegnare e modellare l’ambiente nel quale è inserita creando piccole aree per la collettività in locali pubblici, ma utilizzabile anche in particolari spazi abitativi.
Un oggetto essenziale e allo stesso tempo dinamico.

Bedont-particolare-panca-Timber-Expo2015

Diego Chilò (1957) inizia la professione nel 1984 occupandosi di edilizia e di industrial design, lavorando per diverse importanti aziende del settore.
Dall’85 collabora con l’Arch. Fiorenzo Valbonesi e dal ‘97 con l’Arch. Tobia Scarpa.
Dal 2006 ad oggi è membro del comitato scientifico della rivista Acciaio Arte Architettura e nello stesso anno viene segnalato dalla giuria del Premio Internazionale Dedalo Minosse alla committenza di architettura. Nel 2007 il progetto Lapis è segnalato all’Innovation and Design Award al LivinLuce EnerMotive di Milano e nel 2013 Acqualuce riceve il Good Design Award Lighting del Chicago Athenaeum. Nel 2012 è impegnato nella ricerca “Smart design 4 Smart city”. Ha esposto presso Galleria Galica (MI), Musei Civici di Venezia, Triennale di Milano e Palazzo Firmian (TN). Ha collaborato e collabora con la Facoltà di Industrial Design di Firenze e con la Facoltà di Architettura di Trento. Diversi progetti e profili sono pubblicati nelle più importanti riviste di settore.

Leave a Comment